Dott.ssa Sara Dellabartola
Psicologa Psicoterapeuta Savignano Sul Rubicone e Cesena

EMDR

CHE COS’È L’E.M.D.R.?

L’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, ovvero desensibilizzazione e rielaborazione attraverso I movimenti oculari) è un trattamento psicoterapeutico scoperto nel 1989 dalla psicologa americana Francine Shapiro. Utilizzato in origine per alleviare lo stress associato ai ricordi traumatici, oggi è considerato il trattamento evidence based per i disturbi post traumatici, validato da più ricerche e pubblicazioni di qualunque altra psicoterapia nel campo del trauma. Vanta, di fatto, l’approvazione, tra gli altri, dall’American Psychological Association (1998-2002), dall’American Psychiatric Association (2004), dall’International Society for Traumatic Stress Studies (2010) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero italiano della Salute nel 2003.

Gli aspetti più significativi dell’EMDR sono:

  • rapidità dell’intervento
  • efficacia clinica
  • possibilità di applicazione a persone di tutte le età, compresi bambini e ragazzi

COME FUNZIONA L’EMDR?

Il terapeuta lavora con il paziente per capire la sua storia e identificare gli eventi stressanti o traumatici che hanno contribuito al problema emotivo o alla problematica che presenta il paziente. Dopo una fase di preparazione, il paziente richiama alla mente gli aspetti significativi dell’evento, ovvero le immagini peggiori, i pensieri, le credenze e le emozioni ad esso legati.

Il terapeuta facilita il movimento direzionale degli occhi, o utilizza altre tipologie di stimolazione alternata, mentre il paziente si concentra sul materiale disturbante, così da far emergere spontaneamente elementi impliciti (immagini, pensieri, flash, suoni, odori..) della sua esperienza, bloccati nell’emisfero destro, in particolare nelle regioni limbiche. Le stimolazioni che effettua il terapeuta hanno lo scopo di favorire una migliore comunicazione tra gli emisferi cerebrali, riattivando la capacità innata di elaborazione, che nel lutto o di fronte a eventi traumatici si blocca per l’elevato impatto emotivo.

COME PUÒ AIUTARE L’EMDR?

In seguito a una psicoterapia con EMDR il paziente rafforza gli aspetti della sua autostima, è più centro sul qui ed ore, ha più fiducia nelle sue capacità e nel suo valore come persona. Gli eventi traumatici o spiacevoli del proprio passato perdono così l’impatto emotivo per essere trasformati in una risorsa positiva.

Dopo un trauma o uno stress grave, con questa tecnica si acquista la consapevolezza che ciò che è successo non si può cambiare, ma il ricordo può essere trasformato, liberando risorse preziose per la guarigione e il benessere dell’individuo.

“Lasciare il passato nel passato”

Come riconosciuto dal DSM V, stress e traumi accumunano in modo trasversale tanti disturbi psicopatologici. L’EMDR rappresenta cosi strumento integrato per ridurre lo stress che segue l’esposizione a eventi traumatici. Intervenire per depotenziare ricordi dolorosi è ridurre il fattore di rischio che mantiene il sintomo agendo alla radice del disturbo.


Aree di competenza

Psicoterapia individuale, coppia, infanzia e adolescenza

Disturbi d'Ansia e dell'Umore

Trattamento psicoterapeutico minori e adolescenti

Psicosessuologia del singolo, della coppia e dell'adolescente

Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.

Psicoterapia di coppia